Home / Fatti di video marketing / 5 errori da evitare nel fare video marketing

5 errori da evitare nel fare video marketing

Il video sta diventando uno strumento sempre più utilizzato online. Va però utilizzato nella maniera corretta. Molto spesso si tende infatti a non distinguere tra il linguaggio audiovisivo a cui siamo abituati in TV da ciò che avviene con la fruizione online. Un progetto di video marketing non va improvvisato, soprattutto vanno evitati alcuni errori ricorrenti.

Considerare il video online come se fosse uno spot televisivo

Se non disponi di budget molto importanti, diventa pressoché inutile sparare nel mucchio cercando di attirare quante più persone possibile. Va piuttosto fatta una valutazione su quali tipologie di video produrre, secondo lo schema Hero, Hub, Hygiene, e dove pubblicarli. Anche la piattaforma su cui pubblicare deve dipendere da opportune scelte. Pubblicare su Facebook, su YouTube, sul proprio sito o su altre piattaforme deve essere frutto di una scelta ragionata, che non esclude il fatto che si possa pubblicare su più piattaforme.

Non considerare i differenti target

Il tuo contenuto non può essere rivolto a tutti, considera il target specifico per ogni contenuto che pubblichi. Ogni pubblico ha le sue caratteristiche e di conseguenza uno specifico storytelling. Anche uno stesso prodotto può avere pubblici differenti e di conseguenza versioni diverse del contenuto.

Improvvisare la produzione

E’ vero che oggi la tecnologia video è alla portata di tutti, ma la vera differenza tra un video professionale e un video amatoriale è che il primo riuscirà a catturare l’attenzione del pubblico, il secondo no. Salvo rari casi, in cui il valore è dato dal contenuto verbale anziché visivo è sempre bene rivolgersi ad un professionista, se proprio non ti è possibile, considera almeno alcuni elementi base di videomaking.

Tirarsela

Siamo l’azienda leader del settore, operiamo dal 1930, offriamo un prodotto/servizio di alta qualità, selezioniamo con cura le materie prime, disponiamo di strutture all’avanguardia… Lo dicono tutti e tutti pubblicano materiali con queste frasi (siti, brochure, video), peccato che siano inutili. Online si cercano risposte ad un bisogno. L’utente non vuole sapere quanto sia ganza l’azienda, ma quanto il prodotto sia utile e di qualità, quali siano le sue caratteristiche e perché dovrebbe acquistarlo. Il video è uno strumento meraviglioso per dare queste risposte.

Creare il classico video aziendale istituzionale

L’intervista all’amministratore delegato o al socio di maggioranza, ben vestito e in un ambiente asettico, online non funziona (e personalmente non riesco ad immaginare dove possa funzionare, se non ad un’assemblea dei soci o ad un incontro con i dipendenti). Sfrutta questo spazio per descrivere il valore del prodotto o servizio che proponi. Fornisci all’utente le motivazioni per cui dovrebbe acquistare il tuo prodotto.

Non curare la distribuzione

Come dicevamo nel primo punto, anche la pubblicazione va fatta secondo una precisa strategia e verso un preciso obiettivo. La scelta dei canali di pubblicazione è solo il primo passo. Va poi considerato anche tutto il traffico che questo contenuto potrà generare e, se pubblicherai su YouTube o sui social, anche la gestione delle reazioni e le interazioni con il pubblico.

Privacy Policy